Percorso di Formazione Professionale in Mediazione Familiare e gestione dei conflitti secondo Norma Tecnica UNI 11644/2016

SCOPRI IL PROGRAMMA, GLI ACCREDITAMENTI E IL PROCESSO DI SELEZIONE

DURATA

Dal 18 gennaio 2019.
La durata complessiva del Percorso è di 340 ore (204 ore di mediazione, 96 ore di materie complementari e 40 ore di tirocinio) che comprenderanno lezioni in aula, esercitazioni pratiche, simulazioni e accompagnamento professionale.

EQUIPE

Il gruppo di formatori è composto da esperti della mediazione, del diritto, della sociologia e della psicologia.

RICONOSCIMENTI

Il corso è conforme ai criteri per la Certificazione Professionale di cui alla norma tecnica UNI 11644 2016 “Attività professionali non regolamentate – Mediatore familiare – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza”.

Il master:
ha ottenuto il riconoscimento A.I.Me.F. cod. 404/2018;

è stato accreditato presso l’Ordine degli Avvocati di Roma con delibera del 28 giugno 2018. A tal proposito, sono stati riconosciuti 18 crediti formativi ordinari per gli avvocati;

è in accreditamento presso il CROAS Lazio (Consiglio Regionale Ordine degli Assistenti Sociali).

MISSION

Fornire un’elevata competenza operativa spendibile da subito, fondata su solide basi multidisciplinari e sulle più avanzate tecniche di mediazione per la gestione dei conflitti all’interno della famiglia.

LA MEDIAZIONE FAMILIARE

E’ un percorso che ha come scopo la riorganizzazione delle relazioni familiari in presenza di una situazione di conflittualità, in vista o in seguito alla separazione o al divorzio. Il mediatore familiare è un esperto nella gestione del conflitto, terzo ed imparziale che ha il compito di guidare e non imporre il processo di elaborazione degli accordi, in un ambiente assolutamente neutrale e tenendo conto dei bisogni dei bambini e degli adulti coinvolti. Gli accordi di mediazione familiare costituiscono una sintesi delle soluzioni di problematiche organizzative e relazionali negoziate dalla coppia nella stanza di mediazione.

A CHI E’ RIVOLTO

Il percorso è rivolto ai laureati, con laurea triennale o magistrale, nell’area delle scienze umane, psicologiche, sociali, pedagogiche-educative, della comunicazione e del diritto. L’ammissione al corso sarà subordinata ad un colloquio motivazionale e di approfondimento del percorso formativo e professionale.

SEMINARI

Bullismo, cyber bullismo e mediazione scolastica.
Deontologie a confronto: mediatore familiare, avvocato e assistente sociale.
La mediazione familiare nei casi di adozione.
La mediazione familiare nel diritto canonico.
La mediazione familiare con le coppie miste.
La mediazione familiare con le coppie same sex.
La sessualità nella coppia in crisi.

DALLA TEORIA ALLA PRATICA

Al termine del percorso formativo teorico-pratico è previsto il superamento di una prova finale comprendente una prova scritta, la discussione della tesi e una prova pratica nel ruolo di Mediatore Familiare.  Il superamento positivo di detta prova consente che al candidato sia rilasciato un attestato di idoneità alla pratica guidata sotto supervisione didattica e professionale.
Al compimento delle 40 ore di supervisione didattica e professionale, si potrà accedere all’esame di 2° livello che, se superato, darà accesso alla qualifica di 2° livello: attestato di qualifica professionale.
L’esame di 2° livello consisterà in un colloquio valutativo basato su una tesi che descriva e analizzi il percorso formativo biennale e uno o più casi mediati personalmente dal candidato.

SVOLGIMENTO

I moduli si articoleranno in due giornate consecutive, per un totale di 12 ore, così suddivise:
venerdì, ore 14.30/19.00
sabato, ore 9.30/17.00
una o due volte al mese.
Sono previste lectio magistralis o seminari su argomenti di particolare interesse e attualità aperti anche a mediatori professionisti.
La partecipazione ai singoli eventi varrà ai fini della formazione professionale.
È possibile iscriversi anche al solo modulo di Mediazione scolastica, per un totale di 50 ore.

PROGRAMMA

  • Il conflitto e la sua gestione: nella coppia, nella scuola e nella società.
  • La mediazione familiare: dallo scontro all’incontro.
  • Elementi di diritto di famiglia, psicologia della famiglia e comunicazione.
  • Elementi di mediazione scolastica (è prevista l’iscrizione anche al singolo modulo).